Posts contrassegnato dai tag ‘concorsi bodypainting’

156141_224181784383607_1144779402_nI prossimi 1 e 2 Febbraio 2014 sarò presente alla prima edizione del Winter BodyArt Festival, convention dedicata al bodypainting che si terrà in Toscana presso la fiera di Marina di Carrara.

Grazie all’invito degli organizzatori, Sabato 1 Febbraio terrò ai presenti un workshop di bodypainting con aerografo illustrando le tecniche base allo scopo di fornire utili informazioni ai partecipanti, che per la prima volta si cimenteranno per l’appunto con quest’arte.

Lo stesso giorno a seguire terranno lezioni sulle varie tecniche del bodypainting artisti di fama internazionale quali Margi Kanter da Chicago (USA), Nick Wolfe da Orlando (USA), Matteo Arfanotti (Italia), Albert Erwin Greis (Germania), Kristina Elizarova (Russia). Indubbiamente è un grande onore per me poter partecipare affianco ad altrettanti importanti nomi della scena internazionale del bodypainting e portare in mostra la tecnica nella quale sono specializzato, ovvero l’aerografia.

L’evento è impostato come convention ed accanto alla parte didattica e dimostrativa del Sabato, vi sarà in programma  Domenica un concorso diviso nelle principali categorie quali pennello e spugna, aerografo, facepainting.

Qui, assieme agli altri insegnanti farò parte della giuria chiamata a valutare le opere in concorso nelle due giornate. Si prospetta un w-end interessante sul quale a seguire e come sempre su questo mio blog, pubblicherò un articolo e diverse foto in merito.

Vi lascio al sito web dell’evento www.winterbodyartfestival.com dove potrete trovare tutte le informazioni del caso.

 Alla prossima!

www.fb-airbrush-art.it

Annunci

Il 23-24 Novembre scorso, presso il centro esposizioni a Lugano (CH) si è tenuta la prima edizione dello Swiss Bodypainting Art Festival, concorso evento dedicato al bodypainting in tutte le sue forme.

Slide_Iscrizioni_it

Come anticipato in un precedente articolo, qui la precisione e l’organizzazione Svizzera l’hanno fatta da padrone, in uno show a mio parere nato “già grande”.

La collaborazione con la WBA e la presenza di strutture ed un service all’avanguardia mi hanno quasi dato l’impressione di trovarmi sul palco dei mondiali di bodypanting (che frequento ogni anno dal 2006) anzichè alla prima edizione di un festival che, se questo è solo l’inizio, farà sicuramente grandi numeri.

Come per tutte le prime edizioni la presenza di pubblico può diventare un incognita e qui va certamente sommata al fatto che eventi di questo genere e portata in Svizzera è la prima volta che si tengono, sebbene al Sabato la presenza che più si è fatta sentire era quella degli addetti ai lavori, già la Domenica i padiglioni della fiera erano ben popolati di pubblico e curiosi.

Il materiale video e fotografico raccolto, la qualità delle immagini e dei risultati nonchè la già buona presenza di painters per questa prima edizione contribuiranno sicuramente ad una edizione 2014 del festival dalle più rosee prospettive, a mio parere il numero di concorrenti potrebbe anche raddoppiare.

In tutto questo contesto, ho preso parte personalmente partecipando nella categoria “bodypainting con aerografo” e riuscendo a portare a casa un primo posto in classifica, con mia grande soddisfazione ed anche della modella, Elisa, che ha lavorato con me e per la prima volta in un concorso di bodypainting.

Flavio_Bosco_aerografia_Swiss_Bodypainting_Art_Festival_Lugano_2013_9      Flavio_Bosco_aerografia_Swiss_Bodypainting_Art_Festival_Lugano_2013_8

Il tema seguito per il dipinto su corpo era “Rinascimento”…come spesso accade l’interpretazione che si può dare al lavoro è ampia e comunque contribuisce al punteggio finale ottenuto.

La cosa bella per un artista che partecipa a questo tipo di concorsi bodypainting, è la libertà di esprimersi come meglio crede e personalmente io cerco sempre di partire ad interpretare il tutto secondo i miei gusti in tema di disegno, che vedono spesso l’uso di molti colori sfumati e la presenza di ritratti animali o umani.

Flavio_Bosco_aerografia_Swiss_Bodypainting_Art_Festival_Lugano_2013_2      Flavio_Bosco_aerografia_Swiss_Bodypainting_Art_Festival_Lugano_2013_1

I disegni rappresentati sul corpo devono avere un “filo conduttore” ed una storia che gli dia ragione di esistere, il lavoro completato viene presentato ad una giuria di esperti del settore ai quali ne va spiegato il significato.

A seguito di questo primo posto ottenuto e soprattutto per far capire che dietro ai lavori di questo tipo c’è a volte un pensiero ed uno studio ben lontano dall’assai diffuso modo di vedere quest’arte (spesso associata al nudo e chissà quale altra fantasia erotica), vi riporto qui di seguito la spiegazione ed ovviamente le immagini del mio lavoro.

Il tema del “Rinascimento” lo ho interpretato in questo bodypainting in maniera ampia e non strettamente legata al periodo storico tra il XIV e XVI secolo. Da questo ho però ripreso i significati originari della parola connessi alla “rinascita” (in quel caso artistica) e “riscoperta” (che fu dei grandi classici dell’arte antica). E’ infatti sul significato di queste due parole “rinascita” e “riscoperta” che verte tutto il mio lavoro, applicate però alle fasi della vita sia umana che animale. Ogni essere vivente durante la sua vita cambia in continuazione, fa nuove scoperte ed in certi casi rinasce a tutti gli effetti, fisicamente o anche spiritualmente.

A simboleggiare ciò per il mondo animale ho scelto una farfalla che nella sua vita dapprima è bruco, poi diventa crisalide ed infine farfalla vivendo in queste fasi una vera e propria “rinascita”.

Flavio_Bosco_aerografia_Swiss_Bodypainting_Art_Festival_Lugano_2013_4

Parallelamente e per gli esseri umani, la cui mente è in continuo cambiamento, più che di rinascita è giusto parlare di “riscoperta” della vita, vista da nuovi punti di vista man mano che si cresce.

Ecco quindi che il bambino (associato al bruco) dipende dalla madre come il bruco stesso dipende dalla pianta, l’adolescente (associato alla crisalide) non vede l’ora di liberarsi dai vincoli e diventare adulto e libero. La persona adulta (associata alla farfalla) è finalmente libera di prendere decisioni e di scegliere la sua strada, come la farfalla è libera di volare. Tutte queste fasi sono gestite dal tempo che trascorre, rappresentato sulla parte frontale dal girasole con all’interno i numeri di un orologio.

Flavio_Bosco_aerografia_Swiss_Bodypainting_Art_Festival_Lugano_2013_5      Flavio_Bosco_aerografia_Swiss_Bodypainting_Art_Festival_Lugano_2013_6

Nella parte posteriore del corpo lo stesso tempo ed un volto segnato da crepe ci ricordano che tutto è destinato a finire, come nel passaggio dal giorno (nella parte frontale del disegno) alla notte (qui rappresentata da colori scuri e da una farfalla notturna).

Flavio_Bosco_aerografia_Swiss_Bodypainting_Art_Festival_Lugano_2013_7

Tutto questo, realizzato completamente con l’aerografo, spero smentisca l’idea a volte ancora presente che il bodypainting non è una forma d’arte a tutti gli effetti, anzi oserei dire che è la più completa e contemporaneamente antica/moderna delle forme d’arte dove pittura, danza ed uso del corpo nonchè fotografia si ritrovano in una cosa sola.

 Alla prossima…;)

www.fb-airbrush-art.it

Immagine

Torna nel centro lacustre, sabato 13 luglio, l’ottava edizione dell’Italian BodyPainting

Festival, il festival dei corpi dipinti. La macchina organizzativa è da tempo al lavoro.

“Insieme alla direzione artistica, composta da Elena Tagliapietra, Fiorella Scatena e

Flavio Bosco”, sottolinea Enrico Bianchini patron della manifestazione, “stiamo definendo gli ultimi particolari”.

Anche quest’anno la giuria tecnica sarà di tutto rispetto, composta da professionisti

del settore: dall’austriaco Alex Barendregt, organizzatore del World Bodypainting Festival, al lussemburghese Mike Shane, noto performer di bodypainting, dalla bulgara

Bella Volen, pittrice e bodypainter di fama internazionale, al vincitore della passata

edizione, Matteo Arfanotti. Una giuria che sarà integrata da quella popolare, grazie al

voto che potrà essere espresso per SMS al numero 4883888.

“Sarà ancora il parco di Villa Carrara Bottagisio”, afferma il sindaco di Bardolino Ivan

De Beni, “ad ospitare sabato 13 luglio il festival. Abbiamo voluto fortemente questo

evento perché è a tutti gli effetti l’unico e vero campionato italiano dei corpi dipinti.

Un contest che si fregia per il secondo anno consecutivo del patrocinio del World Bodypainting Association”.

Largo spazio sarà dato ai fotografi che riprenderanno con i loro scatti gli artisti e le

modelle. Legato al festival anche un concorso fotografico per amatori e professionisti.

Non mancherà la mostra fotografica a tema corpi dipinti.

“La partecipazione l’anno scorso di artisti e fotografi provenienti da Australia, Brasile,

Spagna, Germania, Svizzera, Austria”, ricorda il presidente degli Albergatori di Bardolino Enrico Padovani, “ha aumentato l’importanza promozionale che può avere in future questa manifestazione per il settore turistico di Bardolino e del territorio”.

Il Festival ha il sostegno di sponsor tecnici come Kryolan e Aerografia.eu per la parte

legata al bodypainting, e di Canon, Aproma e Newfreephoto per il concorso fotografico.

E come ogni anno, molti anche gli Enti che patrocineranno l’Evento,

dall’Amministrazione Comunale di Bardolino e Fondazione Bardolino TOP, alla Provincia di Verona, alla Camera di Commercio di Verona, per finire alla Regione Veneto. “E non mancherà il sostegno anche del nostro Ente”, precisa il presidente del Consorzio Lago di Garda è… Paolo Artelio, “convinti che fare sistema in questo momento possa contribuire ad uscire al più presto da questo difficile periodo”.

www.italianbodypaintingfestival.it